incentivi auto

Grazie agli appelli rivolti dalle case automobilistiche e dalle associazioni di settore, potrebbero essere in arrivo nuovi incentivi per le auto.

Il governo ha allo studio un possibile rifinanziamento degli incentivi auto rivolti alla terza fascia di emissioni, ( tra 61 e 135 g/km),  andata esaurita lo scorso mese di aprile e che rappresenta la fetta più richiesta dagli automobilisti.

QUAL E’ L’ENTITA’ DEGLI INCENTIVI AUTO?

La nuova tranche di fondi ammonterebbe a 350 milioni di euro e verrebbe introdotta tramite un emendamento al Decreto Sostegni bis, approvato lo scorso maggio e ora in discussione alla Camera.

Al vaglio anche la possibilità di destinare 60 milioni di euro ai veicoli commerciali leggeri, 10 dei quali per gli LCV elettrici.

ENTRO QUANDO SAREBBERO PREVISTE LE MODIFICHE PER GLI INCENTIVI AUTO?

Il termine per la presentazione degli emendamenti che è fissata al 10 giugno mentre il testo del decreto dovrebbe essere approvato entro il 25 luglio.

MODIFICHE ANCHE PER DISCIPLINA AUTO AZIENDALI

Infine, previste alcune novità anche sulla disciplina fiscale delle auto aziendali, con l’adeguamento alla nuova normativa WLTP sulle emissioni.

In pratica, la soglia 61-160 g/km, tassata al 30%, salirebbe a 61-190; la soglia 161-190, tassata al 50%, salirebbe a 191-230; la tassazione al 60% attualmente prevista per le auto con emissioni superiori a 190 g/km, invece, sarebbe prevista per le sole auto con CO2 superiore a 230 g/km.

Per saperne di più sul trattamento fiscale delle auto a noleggio, leggi i vantaggi fiscali.

I finanziamenti avranno degli effetti positivi anche sul noleggio a lungo termine delle auto che beneficieranno così degli incentivi auto.

Un altro passo verso lo svecchiamento del parco auto circolante attraverso la promozione di vetture nuove, con tecnologie avanzate sempre più attente al rispetto dell’ambiente e dell’ecosostenibilità.