Con il Green Pass Covid si ricomincia a viaggiare. Vediamo cos’è, come si ottiene e come funziona.

Cos’è il Green Pass Covid?

E’ il lasciapassare che permetterà di muoversi liberamente tra le regioni italiane e gli stati europei, consentendo di fare rientro senza obbligo di quarantena.

Il governo italiano ha annunciato che sarà operativo dal 15 maggio; quello europeo a partire dal 1° giugno, ma l’attuazione dipenderà dai negoziati tra Parlamento e Consiglio europeo. La scadenza ultima per l’attivazione del pass europeo è stata comunque individuata entro fine giugno.

In attesa del Green Pass europeo, vediamo nel dettaglio il Green Pass nazionale.

Come indicato dal Ministero della Salute, il Green Pass Covid è la certificazione verde che attesta uno dei seguenti stati:

  • completamento del ciclo vaccinale contro Covid-19 (valida per 6 mesi a partire dalla data del completamento)
  • guarigione dall’infezione da Covid-19 (con validità 6 mesi)
  • esito negativo di un tampone antigenico o molecolare effettuato nelle 48 ore precedenti all’arrivo a destinazione

Come ottenere il Green Pass Covid?

Nel caso di completamento del ciclo vaccinale, la certificazione verde di avvenuta vaccinazione contro il Covid-19 viene rilasciata in formato cartaceo dalla struttura sanitaria o dal Servizio Sanitario Regionale di competenza.

La certificazione sarà disponibile anche nel fascicolo sanitario elettronico del paziente.

Nel caso di guarigione, la certificazione verde viene rilasciata in formato cartaceo o digitale, contestualmente alla fine dell’isolamento, dalla struttura ospedaliera presso cui si è effettuato un ricovero o dalla Asl competente o dai medici di medicina generale o dai pediatri di libera scelta.

Infine, la certificazione verde di effettuazione di un test antigenico rapido o molecolare con esito negativo è rilasciata dalle strutture sanitarie pubbliche, private autorizzate, accreditate, dalle farmacie o dai medici di medicina generale e dai pediatri di libera scelta che erogano tali test.

Come funziona?

Il Green Pass europeo avrà gli stessi requisiti di quello nazionale – vaccinazione, guarigione o tampone negativo – ma sarà diverso dalla certificazione verde. Quest’ultima infatti, viene rilasciata in ambito regionale ed è valida solo sul territorio nazionale e fino all’entrata in vigore del Pass europeo.

Il Green Pass Europeo verrà emesso da una piattaforma nazionale, integrata con i sistemi regionali, e avrà un QRcode per verificarne digitalmente autenticità e validità.

Per chiarire i dubbi più frequenti sul Green Pass Covid, il Ministero della Salute ha pubblicato una serie di faq sul proprio sito.